italia internet

Ecco quanto viene usato internet in Italia

Cosimo Alfredo Pina

Con l’anno nuovo che si avvicina iniziano ad arrivare anche le cifre su quello passato, che non necessariamente portano notizie buone. La recente statistica ISTAT sull’utilizzo di Internet Italia, non è infatti delle più confortanti, almeno dal punto di vista tecnologico. Secondo questa ricerca ben il 38,3% degli italiani di età superiore ai sei anni non avrebbero mai utilizzato internet durante il 2014.

Oltre al dato generale, che racchiude circa 22 milioni di persone, la statistica presenta alcuni picchi caratteristici che raggiungono il 75% nella fascia di età tra i 65 e i 74 anni e un 50% tra i 6 e i 10 anni. Questi dati sono in piena linea con la nostra posizione nella classifica europea di utenti attivi sulla rete, che ci vede al terzultimo posto.

Rispetto al 100% di cittadini connessi, a parità di età, di Islanda e Lussemburgo, il nostro Paese si attesta ai livelli della Grecia con un 56% tra i 14 e i 74 anni. Nel rapporto ISTAT vengono riportati anche alcuni interessanti dettagli che cercano di dare una spiegazione alle proprie cifre.

LEGGI ANCHE: Internet.org inizia la sua sfida per portare internet a tutto il mondo

Tra le cause maggiori di non utilizzo troviamo la mancanza di competenze adeguate (55,1%), mentre una buona parte della popolazione (ben il 24,3%) trova inutile o poco interessante quanto offerto dalla rete. Fra le varie motivazioni date l’attenzione alla privacy si è ritagliata uno scarso 1,9%.

Un’altra componente da non trascurare è quella economica; di tutte le famiglie che includono un minorenne nel nucleo, il 55,7% non ha potuto avere connessione ad internet a causa dei costi per gli abbonamenti, oltre che di quelli da sostenere per avere un dispositivo opportuno per usufruirne.

Gli unici dati positivi emersi dallo studio sono quelli relativi alle famiglie famiglie connesse alla rete, che dal 60,7% sono passate al 64%. Tra le tipologie di connessioni più usate troviamo vari tipi di DSL e cavi, fibra ottica, satellite e il Wi-Fi pubblico che serve il 45,1% dell’utenza. Tra i sistemi alternativi utilizzati per servire la casa, quello di maggior crescita è la rete mobile. Grazie alla copertura sempre più estesa e tariffe soddisfacenti, questa rete è passata dal 21% al 28%.

LEGGI ANCHE: Elon Musk vuole portare internet in tutto il mondo con i satelliti

L’utilizzo della rete coinvolge molti aspetti di un paese, dalle infrastrutture all’istruzione scolastica. Questo interessante rapporto ISTAT (“Cittadini e nuove tecnologie”), mettendo in evidenza quali sono le principali problematiche da affrontare per rendere l’acceso ad internet alla portata di tutti, potrebbe essere la rampa di lancio per una rivalsa dell’Italia sul resto d’Europa.

Per il momento non resta che attendere il prossimo anno per avere nuove cifre, mentre nel frattempo un buon proposito per coloro che utilizzano quotidianamente la rete, potrebbe essere quello di cercare di introdurre a chi è meno pratico le meraviglie che questo mondo ha da offrire.

Via