Elon Musk vuole trasformarci in cyborg con Neuralink, la sua nuova azienda

Cosimo Alfredo Pina

La nuova avventura dell’eclettico Elon Musk si chiama Neuralink. Dopo auto elettriche, trasporti spaziali, colonie marziane e treni turbo in tunnel sottovuoto, è il turno delle intelligenze artificiali. Come nei migliori film di Sci-Fi, l’azienda Neuralink si occuperà di creare veri e propri impianti cibernetici per il cervello.

Il Wall Street Journal parla infatti di elettrodi interfacciati al cervello pensati per collegare  la mente umana ad intelligenze artificiali. Miglioramenti alla memoria e nuovi metodi di interazione con PC, smartphone ed affini saranno al centro del progetto.

Per quanto fantascientifica possa sembrare l’idea di Neuralink (qualcuno ha detto Ghost in the Shell?) non è certamente inedita. Nella Silicon Valley c’è la startup Kernel che sta lavorando a qualcosa di simile, anche se in questo caso il primo obiettivo è quello di cercare cure alternative per contrastare le malattie neurodegenerative, come la malattia di Parkinson.

LEGGI ANCHE: Come Elon Musk porterà 100 persone in 80 giorni su Marte

Le difficoltà legate a questo campo di studio sono ovvie, visto che si parla comunque di qualcosa basato su interventi invasivi  sul corpo umano ed in particolare sul cervello. L’idea dietro Neuralink, o Kernel, per ora solo aziende di ricerca medica, è che in futuro questo tipo di tecnologia sarà alla portata di tutti.

Prima di questo ci vorrà sicuramente del tempo, tanto per i limiti tecnici che sociali. Voi sarete disposti ad offrire il vostro corpo alla tecnologia per rendere il vostro cervello capace di pensare come e “parlare con” un’intelligenza artificiale?

Via: The VergeFonte: WSJ