etilometro marijuana

Una compagnia canadese al lavoro su uno spirometro per marijuana

Giuseppe Tripodi

Sebbene in diverse forme e con differenti restrizioni, ad oggi l’assunzione di marijuana è legale in quasi metà degli Stati Uniti, il che sta portando alla necessità di maggiori controlli per chi guida sotto effetto di stupefacenti.

Per l’alcol bastano i canonici etilometri, ma per la cannabis è attualmente necessario un test del sangue o delle urine. Tuttavia, una compagnia canadese è al lavoro per realizzare uno strumento che sia in grado di determinare se una persona ha fumato marijuana semplicemente dal fiato. Proprio come in un comune etilometro, dopo aver soffiato nell’apposito boccaglio, questo strumento sarà in grado di rilevare il consumo di cannabis, fino a due ore dopo aver fumato.

LEGGI ANCHE: Perché la marijuana fa venire fame?

In ogni caso, si tratta di una soluzione non definitiva, in quanto sembra che non possa stabilire la presenza di marijuana se questa è stata ingerita o assunta tramite vaporizzatore. Inoltre, non è ancora chiaro se questo strumento sarà in vendita per i privati cittadini o dato in concessione alle autorità, ma purtroppo ci vorrà ancora del tempo prima che dispositivi del genere siano sufficientemente attendibili da essere utilizzati in strada.

Via: Engadget