FAA deadline droni

La FAA non riuscirà a regolamentare l’uso dei droni entro il 2015

Leonardo Banchi

La FAA, Federazione dell’Aviazione Americana, è stata per lungo tempo al centro di discussioni a causa di una mancanza di regolamentazione sull’uso dei droni: fino ad adesso, salvo alcune piccole eccezioni, il loro utilizzo è stato infatti vietato, con la promessa dell’arrivo di una legge entro il 2015. Recenti notizie, però, riportano che anche questo obiettivo sarebbe implausibile, a causa di ritardi da parte della federazione.

LEGGI ANCHE: La Federazione dell’Aviazione Americana potrebbe permettere l’uso di droni per riprese cinematografiche

Secondo un rapporto diramato dall’ufficio dell’ispettore generale del Dipartimento dei Trasporti, infatti, l’FAA sarebbe “significativamente indietro rispetto al programma”, e che ci siano ancora “importanti barriere tecnologiche, di regolamento e di gestione” che impediscono alla federazione di consentire il volo libero nello spazio aereo nazionale.

Queste barriere includono:

  • Impossibilità di creare degli standard che consentirebbero ai droni di rilevare ed evitare altri oggetti volanti
  • Sicurezza di poter disporre di connessioni affidabili con i loro controller
  • Mancanza di regolamentazioni sul loro utilizzo, come certificazioni e conoscenza delle procedure aeree
  • Mancanza di sicurezza di poter tracciare tutti i droni

“Fino a quando la Federazione dell’Aviazione Americana si scontrerà con queste barriere”, prosegue il rapporto, ” l’integrazione del volo senza controllo umano continuerà a muoversi ad un passo lento, e i rischi di sicurezza rimarranno.”

Nel rapporto sono poi inclusi alcuni consigli all’agenzia, che la FAA ha raccolto in toto: essi includono la pubblicazione di un rapporto annuale, a partire dal 30 Novembre, che descriva i progressi effettuati verso una sicura integrazione dei droni. Oltre a questo, è stato chiesto di pubblicare delle timeline e obiettivi concreti per abbattere le barriere identificate dall’ispettore generale.

Un portavoce dell’agenzia ha poi dichiarato: “La FAA ha affrontato molte sfide per integrare i velivoli senza guida umana nello spazio aereo della nazione, ma ha fatto comunque significativi progressi verso quell’obiettivo, anche dovendo affrontare interruzioni a causa del sequestro e un blocco del governo di tre settimane”. La federazione ha poi detto di essere al lavoro per rilasciare una regolamentazione per permettere l’utilizzo di piccoli droni entro quest’anno.

 

VIA: TheVerge