flir chip neurale

Le telecamere termiche di FLIR adesso hanno un cervello per riconoscere quello che le circonda (video)

Cosimo Alfredo Pina -

Movidius e FLIR uniscono gli sforzi per potenziare la tecnologia delle telecamere termiche. Il risultato di questa collaborazione è Boson un sistema di visione termica capace non solo di rilevare le immagini, ma anche di elaborarle in tempo reale.

Movidius è infatti un’azienda famosa per i suoi sistemi di deep learning, che sta collaborando anche con Google, in grado di elaborare dati anche molto complessi per ricavarne informazioni utili. FLIR è invece un’azienda specializzata in sistemi di rilevamento termico che realizza sistemi per un po’ tutti gli ambiti, dallo smartphone alle auto.

LEGGI ANCHE: I futuri Nexus sapranno riconoscere persone e oggetti?

Dall’unione delle due realtà nasce Boson una telecamera termica con chip Myriad 2 (di Movidius) capace non solo di vedere nell’infrarosso termico ma anche di elaborare le immagini per ricavarne dati come distanza o numero di oggetti o persone.

Con Boson l’azienda pensa a tutti gli ambiti in cui la velocità di elaborazione sia cruciale, come ad esempio droni o auto a guida autonoma o sistemi di guida assistita. Staremo a vedere nei prossimi mesi quali saranno l’effettive potenzialità sul campo di questa tecnologia dai risvolti potenzialmente davvero interessanti per praticamente ogni dispositivo dotato di camera.

Via: The VergeFonte: FLIR