priorità di tempo_fotografia

Fotografia: guida alla priorità di tempo

Cosimo Alfredo Pina -

Come usare la priorità di tempo nelle fotocamere – Ogni fotocamera che sia indirizzata ad un uso avanzato permette di scegliere tra varie modalità di scatto. Tra queste troviamo la priorità di tempo che permette di selezionare la velocità dell’otturatore, senza doversi preoccupare delle altre impostazioni.

LEGGI ANCHE: HDR: Cos’è e quando usarlo

Le situazioni in cui questa modalità può tornare utile sono molte:

  • Catturare nitidamente soggetti che si muovono velocemente, come negli sport
  • Creare scatti particolari sfruttando il mosso, come ad esempio nel panning
  • Evitare il micromosso dovuto a obiettivi con focale lunga (teleobiettivi) o a una mano non particolarmente ferma
  • Quando le condizioni di luminosità cambino spesso e non si voglia aggiustare di continuo i parametri di scatto

Una volta scelto il tempo desiderato la fotocamera calcolerà apertura del diaframma e, su certi modelli, sensibilità ISO più adeguati ad ottenere uno scatto correttamente esposto; il tutto nei limiti imposti dall’elettronica del dispositivo.

Per attivare questa modalità dovrete selezionare la relativa voce da una ghiera o da un menù. La procedura cambia da un modello all’altro, ma il più delle volte è indicata con il simbolo “S” o “Tv”.

Le velocità selezionabili variano solitamente dai 30 secondi (30”) al 1/8000 di secondo. Velocità maggiori daranno fotografie più mosse e più luminose, mentre quelle minori daranno scatti più nitidi e più scuri.

Su alcune fotocamere è presente anche la modalità “B” che permette di tenere aperto l’otturatore fintanto che il pulsante di scatto rimane premuto. Questa funzione è molto usata nell’astrofotografia.

Ma qual è la velocità di scatto ideale? Dipende tutto dall’effetto che volete ottenere, ma la regola generale vuole che per ottenere scatti nitidi si debbano utilizzare velocità di scatto maggiori a 1/(lunghezza focale dell’obiettivo). Tuttavia questa regola trova molte eccezioni, sopratutto con gli obiettivi stabilizzati, e il consiglio è sempre quello di sperimentare.

L’uso della priorità di tempo permette di avere una praticità simile alla modalità “Auto” senza però perdere controlli più avanzati come autofocus, compensazione dell’esposizione e sensibilità ISO. L’unico controllo che viene limitato è quello sulla profondità di campo che dipenderà dalla luce disponibile al momento dello scatto.

Se siete appassionati di fotografia dovreste almeno una volta esercitarvi con questa modalità che permette un uso molto creativo della luce, ne sono un esempio il panning e light painting. Per un utilizzo più classico ricordatevi che questa è la funzione indispensabile per la fotografia sportiva.

DA NON PERDERE

Fonte: CNet
  • Imperium

    Mi consigliate un’app per la fotocamera manuale per la linea z5? Ho il compact. ^^

    • Raffaele Dowier Paciello

      io uso camera zoom fx su xperia sp

  • Enzo Indulgenza

    se posso essere d’aiuto questa modalità è l’ideale per chi come me usa un corpo digitale con obiettivo analogico (ho samsung nx300 con obiettivi minolta e quindi o li uso con priorità tempi o manuale)