car hacking

Altro che grimaldelli e cavi, per rubare auto basta un portatile (video)

Cosimo Alfredo Pina -

Sono anni ormai che l’elettronica fa da padrona anche sulle quattro ruote e con gli ultimi sviluppi le auto si sono diventate praticamente dei computer a motore. La cosa è sicuramente un bene per gli utenti ma si porta dietro anche tutti i risvolti negativi di questo aspetto della tecnologia.

Negli ultimi mesi sono state molte le volte che la sicurezza informatica delle auto è stata messa in difficoltà dagli esperti di sicurezza, ma a quanto pare adesso anche i malintenzionati stanno imparando a sfruttare le falle dei veicoli. Ce lo dimostra un indicativo video rilasciato dalla polizia di Houston (Texas, USA).

Nel documento, o meglio prova, un ladro 2.0 si avvicina nella notte ad una Jeep Wrangler parcheggiata di fronte alla casa del proprietario. Armato di un semplice portatile il criminale sarebbe riuscito, nel giro di meno di un quarto d’ora (13 minuti per l’esattezza), a portare a termine il furto.

LEGGI ANCHE: Jeep richiama le sue auto per scongiurare pericoli di hackeraggio

In effetti la polizia non sa ancora dire come l’hacker sia riuscito a forare la sicurezza della Jeep. Per il momento FCA, la casa produttrice del mezzo, non si è sbilanciata rilasciando un comunicato dove ribadisce il suo impegno sul comparto sicurezza.

La cosa ci fa comunque tornare in mente quando circa un anno fa l’azienda richiamò diversi modelli per problemi che permettevano di prendere il controllo della vettura. Non resta che rimanere in attesa di ulteriori risvolti, nella speranza che questo caso rimanga isolato.