effetti del caffè

Gli effetti della caffeina sul cervello (video)

Cosimo Alfredo Pina

La caffeina è il principio attivo del caffè e di altre bevande come , cioccolata e bevande energetiche, che ci aiuta a stare un po’ più svegli e allerta. Ma quali sono i meccanismi che questa sostanza attiva nel nostro corpo?

LEGGI ANCHE: Scoperta sensazionale: il sangue delle persone giovani fa ringiovanire gli anziani

Visto il largo uso e diffusione della molecola, gli studi effettuati nel corso degli anni sono stati tanti ed è ormai abbastanza chiaro come e dove questa vada ad agire.

La caffeina blocca i recettori dell’adenosina, un neurotrasmettitore che ci fa sentire la stanchezza, limitandone l’azione; l’effetto è percepito come un aumento dei battiti cardiaci e una maggiore concentrazione. Questi recettori sono presenti anche sui muscoli dando un lieve effetto tonico che si pensa possa aiutare nell’attività fisica.

La dose ottimale varia da persona a persona ma il valore giornaliero raccomandato per un adulto è di 400mg, ovvero circa 4 tazzine di caffè espresso, mentre la dose letale è stata stimata in 10g di sostanza pura, circa 100 caffè.

Se non potete fare a meno dell’aroma e del gusto di un buon caffè ricordatevi soltanto di non esagerare e sopratutto non superare le 100 tazzine al giorno.

 

Via