parco realtà virtuale

Google nomina il dirigente che dovrà vedersela con Oculus Rift ed affini

Cosimo Alfredo Pina -

Tra i vari campi di battaglia del 2016, nel senso commerciale del termine, c’è anche quello della realtà virtuale. Microsoft, Oculus, HTC e Sony sono solo alcuni dei nomi che si stanno preparando al debutto in questo mondo, grazie ai primi visori per il settore consumer.

Adesso anche Google sarebbe pronta per (ri)entrare in questo mondo grazie alla guida di Clay Bavor. Il dirigente viene dall’esperienza Google Apps (Gmail, Drive e Docs) e, non a caso, già a capo del progetto Google Cardboard.

A gestire il team delle app Google sarà Diane Greene, mentre Bavor, che secondo alcune fonti interne avrebbe passato “un po’ troppo tempo” dietro a Cardboard passa alla direzione la divisione dedicata alla realtà virtuale con il titolo di VP, Virtual Reality.

LEGGI ANCHE: Una nuova demo senza trucchi della realtà aumentata di Magic Leap

Difficile dire dove porterà il lavoro guidato da Bavor, ma dopo il lancio del divertente ed efficace, ma molto spartano, visore in cartone è probabile che Google adesso punterà a qualcosa di più avanzato adatto a competere con Oculus Rift, HoloLens ed affini, forse sfruttando il futuristico lavoro di Magic Leap, azienda finanziata da BigG specializzata in realtà aumentata.