intelligenza-artificiale

Sundar Pichai: il futuro di Google è nelle intelligenze artificiali non nel mobile

Cosimo Alfredo Pina

Non è certamente un segreto che Google stia spingendo fortemente sullo sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale. A rimarcare come questo campo della tecnologia sarà sempre più importante per il futuro dell’azienda arriva Sundar Pichai che nella sua Founder’s Letter annuale ha parlato di come Google si evolverà per conciliare l’avanzamento tecnologico con le richieste del mercato.

“Guardando al futuro, il prossimo grande passo allontanerà il concetto di dispositivo […] Nel tempo il computer, qualsiasi sia la sua forma, sarà un assistente intelligente che aiuterà nell’attività quotidiana. Ci sposteremo da un mondo mobile ad un mondo di intelligenze artificiali.”

Quelle di Pichai possono sembrare parole che auspicano a qualcosa di utopico eppure le intelligenze artificiali, più o meno avanzate, trovano già ampio utilizzo su una gran quantità di servizi; Google Foto il suo sistema di catalogazione automatica è forse l’esempio più calzante.

LEGGI ANCHE: Perché la vittoria di AlphaGo, l’IA di Google, è così importante?

Staremo a vedere nel futuro, speriamo prossimo, come il colosso delle ricerche riuscirà ad integrare le IA nelle nostre vite a cui, come indica il CEO, si affiancherà sempre più il mondo del cloud che entro il 2020 esploderà anche nel settore enterprise; a quel punto Google sarà pronta a competere con gli altri big del settore come Amazon e Microsoft con la sua sempre più matura Cloud Platform.

Via: PhandroidFonte: Google