cuore battito cardiaco

Google vuole AI più naturali, e cerca di educarle facendogli leggere romanzi rosa

Leonardo Banchi -

Negli ultimi anni abbiamo spesso sentito parlare delle sofisticate intelligenze artificiali messe a punto da Google, in ultima occasione per la capacità di AlphaGo di battere senza troppe difficoltà il campione mondiale di GO.

Tuttavia, se sottoposte al Test di Turing, anche le AI più efficienti verrebbero probabilmente smascherate per colpa del loro linguaggio, troppo poco vario e naturale per poter essere scambiato con quello di un vero essere umano. La soluzione? Secondo Andrew Dai, ingegnere del software impiegato presso Google, essa starebbe dietro alle copertine dei romanzi rosa.

LEGGI ANCHE: PlaNet: l’intelligenza artificiale di Google che capirà dove siete guardando una foto

Proprio il linguaggio forzatamente colloquiale di questo tipo di letture, che l’ingegnere sta sottoponendo alle intelligenze artificiali, potrebbe infatti permettere alle reti neurali di apprendere un modo di comunicare meno schematico, e per questo più vicino alle espressioni quotidianamente utilizzate dalle persone.

Se il sistema funzionerà, i risultati delle ricerche su Google Now, così come le Smart Reply di Inbox, potranno apparire agli utenti estremamente “umani”, grazie anche a variazioni di toni, stili e registri che finora sono state ben fuori dalla portata dell’intelligenza artificiale.

Come sempre accade in questi casi, a scatenare le riflessioni più interessanti è il limite al quale potremmo arrivare: secondo Dai, in futuro distinguere le intelligenze artificiali sarà sempre più difficile, e la loro padronanza delle storie romantiche potrebbe, in casi estremi, perfino indurre qualcuno ad innamorarsi di esse.

“In una antica storia greca”, racconta Andrew Dai, “un uomo costruisce una statua della donna più bella mai esistita. La statua è più bella di ogni altra donna, e lo scultore finisce per innamorarsene. Se è possibile innamorarsi di una statua, non vedo perché non ci si possa innamorare di una rete neurale educata con i romanzi rosa”.

Via: 9to5google
  • Psyco98

    Palahniuk ha un linguaggio colloquiale. Facciamogli leggere Palahniuk!
    Poi però voglio vedere i risultati da un punto di vista psichiatrico di menti superiori educate con Survivor, Fight Club, Rabbia e Gang Bang.