Google potrebbe lanciare un nuovo negozio online per spingere la vendita dei dispositivi con Assistant

Leonardo Banchi

Google Assistant ed Amazon Alexa sono senza dubbio i due rivali che più si stanno dando battaglia nel mondo degli smart speaker: insieme, i due colossi del web coprono circa il 92% del mercato, ma secondo un report di Bloomberg la testa della classifica appartiene all’assistente di Amazon, in vantaggio sul principale concorrente con un ampissimo margine.

Alla luce di questo, non c’è quindi da stupirsi che Google abbia voluto essere presente al CES proprio con uno stand “Assistant-centrico”, nel quale mettere in mostra tutte le possibilità del proprio prodotto e della sua interazione con altri dispositivi. Questo potrebbe però essere stato soltanto il primo passo, che sarà seguito secondo alcune indiscrezioni dal lancio di un nuovo negozio online, incentrato proprio sul mondo di Google Assistant.

LEGGI ANCHE: Alexa è in arrivo su Windows 10: l’assistente di Amazon sarà integrato in PC Lenovo, Acer, HP e altri

Nel nuovo sito dovrebbero infatti trovare posto non solo Google Home o altri speaker e dispositivi con Assistant a bordo, ma anche gadget come la serie di termostati smart di Nest (azienda di proprietà di Alphabet Inc.).

La competizione con Amazon si fa infatti sempre più agguerrita, e la recente diatriba sulla rimozione di alcuni dispositivi Google dal proprio catalogo sicuramente non ha aiutato le vendite della compagnia di Mountain View. Al contrario, il colosso delle vendite online ha apertamente fatto notare come anche l’integrazione di Alexa in dispositivi di altri marchi, come gli speaker Sonos, abbia in realtà contribuito all’aumento del proprio parco clienti, dato che anche chi preferisce questi ultimi ad uno speaker Echo ha comunque ottime probabilità di acquistarlo attraverso Amazon.

Il 2018 sarà quindi probabilmente l’anno in cui si vedrà realmente come il mercato si porrà di fronte a questi due assistenti: nel Q3 2016, Amazon deteneva il 93% del mercato degli speaker smart (Google non era ancora sbarcata nel settore), mentre il 2017 si è concluso con Google Home fermo al 25,3%. La tendenza positiva continuerà nel prossimo anno, magari anche grazie al nuovo sito web atteso per Febbraio, oppure dobbiamo aspettarci altre sorprese?

Via: XDAFonte: Bloomberg