legge google multa fisco

Google in cerca di “vendetta” per le dichiarazioni di Oracle

Cosimo Alfredo Pina

I più attenti al mondo della tecnologia, quello non prettamente legato ai prodotti, sapranno bene che Oracle aveva trascinato Google in tribunale con l’accusa di aver infranto, con l’implementazione su Android, il copyright di Java. La software house aveva chiesto 9 miliardi di dollari danni, ma a maggio la questione è stata ufficialmente chiusa in tribunale, con la vittoria di Google a cui è stato riconosciuto l’uso lecito delle API di Java.

Ma quanto pare a Google le accuse di Oracle e la battaglia da sei anni non è andata proprio giù e si starebbe preparando con un “ritorno di fiamma” legale. Stando ad un documento depositato alle autorità, BigG vorrebbe chiedere un risarcimento ad Oracle e allo studio legale che la segue (Orrick, Sutcliffe & Herrington) per delle dichiarazioni pubbliche fatte in aula il 14 gennaio scorso.

LEGGI ANCHE: Oracle perde la causa contro Google: Android è al sicuro

L’avvocato Annette Hurst, dalla parte di Oracle, dichiarò infatti come Android abbia generato ricavi per 31 miliardi di dollari e profitti per 22 miliardi di dollari; riportò inoltre il fatto che Google avrebbe pagato un miliardo di dollari ad Apple per tenere la barra di ricerca su iPhone.

Proprio la pubblicazione di queste cifre non è andata giù a Google e legali. Subito Robert Van Nest, legale di Google, dichiarò che questi dati sensibili “dovrebbero essere interni. Stiamo parlando dell’ipotetico. Non è un numero noto pubblicamente”.

LEGGI ANCHE: A Google è costato caro essere il motore di ricerca predefinito di iOS

In effetti la notizia, al momento della pubblicazione degli atti ad inizio anno, fece il giro del mondo e le autorità decisero poi di rimuovere queste dichiarazioni dai trascritti elettronici poche ore dopo l’uscita delle prime news. Tuttavia adesso Google, visto anche il trascorso decisamente poco amichevole, vuole avere l’ultima parola sulla questione e chiede ad Oracle il rimborso di 3,9 milioni di dollari. Una cifra tutto sommato simbolica, vista l’entità delle due parti in questione.

Starà comunque al giudice che ha seguito la questione fino ad ora decidere, nelle prossime settimane e dopo la controbattuta di Oracle, se il vincitore effettivo e morale della questione sarà Google.

Fonte: ArsTechnica
  • Pol Pastrello

    Trattandosi di cifra simbolica al limite sarei disposto di fornire il mio IBAN per incassarla … 😉

    • Marco Luciano

      mi associo visto che è simbolica contattatemi