sidewalk-labs-città 2 0

Ride sharing e prenotazione dei parcheggi: ecco come Alphabet vuole le città 2.0

Cosimo Alfredo Pina

Tra i tanti progetti di Google/Alphabet, di cui l’ultimo arrivato vi abbiamo parlato ieri sera, c’è anche quello di Sidewalk Labs, che punta al futuro delle città connesse e smart. Sappiamo già che la divisione sta lavorando concretamente a New York e adesso arrivano nuovi interessanti dettagli, da un documento trapelato che mostra la visione di Alphabet per la mobiltià del futuro.

Il tutto non ha niente a che vedere con la possibilità, prospettata ad inizio anno, per la costruzione da zero di una metropoli del futuro, ma si parla piuttosto della modernizzazione delle attuali città con concetti già visti: ridesharing e prenotazione dei parcheggi, il tutto ovviamente via app mobile.

La piattaforma, che dovrebbe chiamarsi Flow, sarà testata nella città di Columbus (Ohio, USA) dove tramite Google Maps sarà possibile ottenere indicazioni non solo con mezzi pubblici, con tra l’altro l’indicazione anche del costo del tragitto, ma anche tramite i comuni servizi di noleggio con conducente, con il concetto di ride sharing ovvero la divisione della corsa.

LEGGI ANCHE: Alphabet costruirà una città “esperimento”?

Altra interessantissimo sviluppo è quello che riguarda i parcheggi. I conducenti, come quelli di Uber e di Lyft, alloggeranno infatti videocamere connesse capaci di riconoscere i posteggi liberi per inviarne la posizione ad un database centrale. Anche i privati che offrono parcheggi potranno così inviare lo stesso tipo di dato per permettere ai conducenti di andare a colpo sicuro.

Il tutto sembra davvero avere le potenzialità per ridurre e razionalizzare il traffico sulle strade e non ci dispiacerebbe affatto vederlo in azione anche in qualche affollata città italiana. ma per ora il progetto di Sidewalk Labs rimane solo teorico; tutti questi concetti dovranno essere approvati dalle autorità di Columbus, con cui il team di Alphabet conta di iniziare a lavorare già dal prossimo agosto per inaugurare il servizio di parcheggio a gennaio 2017 e il sistema di ride sharing al successivo luglio.

Via: 9to5GoogleFonte: The Guardian