GoPro Karma_evd

GoPro Karma: ufficiale il drone che diventa uno zaino è facile da usare e costa 800$ (foto e video)

Cosimo Alfredo Pina -

Lo si attendeva da mesi ed era in un certo modo trapelato nelle scorse settimane e ora GoPro Karma, il primo drone dell’azienda ovviamente pensato per essere usato con le nuove Hero 5 Black e Hero 5 Session, è ufficiale e sembra avere tutte le carte in regola per portare alla grande l’azienda nella categoria dei piccoli velivoli radiocomandati.

È un quadricottero che vuole fare della semplicità d’uso il suo grido di battaglia. Nel video di presentazione (lo trovate a fondo articolo) Nick Woodman è chiarissimo: “l’utente dovrebbe chiedersi perché non dovrei portare GoPro Karma con me invece che perché dovrei portarlo”. E la portabilità è al centro di Karma; infatti si piega ed entra in una custodia che può essere portata sulle spalle come uno zaino.

I controlli sono ridotti al minimo su un radiocomando che si chiude a conchiglia e che offre un display touch sulla parte superiore mentre joystick e pulsanti sono in quella inferiore. Non serve quindi uno smartphone per portarlo in volo e ci sono comandi semplificati per decollo, atterraggio, “ritorno a casa” e per le tante traiettorie pre-programmate come il “dronie” (il selfie dal drone), orbita e cam su cavo per riprese su una linea. Non è comunque chiaro come il drone di GoPro tenga traccia della posizione, se con GPS, algoritimi di computer visione o entrambi.

La cam viene alloggiata sul drone tramite un gimbal montato in un canale accessibile dal fronte del Karma; tra l’altro questo accessorio è smontabile ed utilizzabile a parte come un qualsiasi altro gimbal motorizzato. Bella idea anche se Yuneec l’aveva già adottata in passato.

Un gadget sulla carta davvero interessante e che si piazza con prepotenza nella fascia consumer e pro-sumer in forte concorrenza con i DJI Phantom. Il solo Karma costa 799$, il kit con Hero 5 Black 1.099$ mentre quello con Hero 5 Session 999$. A breve ci saranno maggiori dettagli su prezzi e disponibilità anche in Italia sul sito ufficiale (per ora non raggiungibile), ma sappiate che presto, probabilmente la prossima settimana DJI risponderà con il suo drone ripiegabile, il vociferato Mavic.

Via: The Verge
  • GPVKING

    Quindi non ho capito questo schiva gli oggetti come il dji phantom 4 o no?

    • Bertone

      no, non ha sensori per applicare l’obstacle avoidance 😉

  • Antonio Calefato

    Non ho ben capito se segue automaticamente il soggetto o se deve essere per forza telecomandato da una persona esterna che quindi in quel momento non può partecipare all’azione.