Hacker Tesla

Hacker violano una Tesla Model S e la controllano a distanza (video)

Leonardo Banchi

Non c’è dubbio che, con l’andare degli anni, le automobili intelligenti saranno sempre più diffuse: se da una parte il loro essere “smart” e connesse porta molti vantaggi agli utenti, però, dall’altra le espone a tutti i pericoli propri del mondo informatico, come bug e attacchi esterni.

Un gruppo di ricercatori del Keen Security Lab ha infatti dimostrato, fortunatamente soltanto allo scopo di migliorare la sicurezza delle auto intelligenti, come sia possibile controllare una Tesla Model S a distanza, senza necessità di compromettere fisicamente il veicolo né di effettuare lunghe preparazioni prima dell’attacco.

LEGGI ANCHE: Aggiornamento pilota automatico Tesla

Nei test mostrati nel video che trovate a seguire, i ricercatori impiegano solo il tempo di una ricerca per la stazione di rifornimento più vicina per prendere il controllo dell’auto: a quel punto, attraverso un software riescono ad aprire lo sportello della macchina, a controllare l’accensione delle frecce, il tettino elettrico e il sistema di intrattenimento.

Il veicolo non è al sicuro neanche durante la marcia, situazione dove controlli esterni possono ovviamente portare a conseguenze ben più dannose: gli hacker riescono infatti a chiudere gli specchietti retrovisori durante una manovra, ad aprire il bagagliaio e perfino ad attivare i freni durante la marcia.

Il Keen Security Lab ha però avuto anche parole di lode per Tesla, che dopo la loro segnalazione ha impiegato soltanto dieci giorni per correggere le falle di sicurezza e rilasciare un aggiornamento. Per adesso, il consiglio a tutti i proprietari di una Model S è quindi quello di tenere la propria auto sempre aggiornata all’ultima versione disponibile, e naturalmente a non sottovalutare i possibili pericoli a cui possono essere esposti questi veicoli.

Via: TheVerge