Android-brillo detective-final-1280x844

HARMAN abbraccia Brillo e Weave e diventa il primo partner per l’IoT di Google

Giuseppe Tripodi

L’Internet of Things sta lentamente iniziando a diffondersi nelle nostre case e lo scorso anno anche Google si è lanciata in questo mercato, annunciando Brillo e Weave.

Per chi se li fosse persi, Brillo (che non ha niente a che vedere con l’alcol, ma volete mettere quanto è bello l’androidino col drink?) è il sistema operativo basato su Android che verrà utilizzato dai dispositivi per la domotica che utilizzano il sistema di Google; Weave, invece, è una piattaforma cloud che permette ai dispositivi di comunicare tra loro.

LEGGI ANCHE: Android TV ed Internet of Things: novità all’orizzonte?

Al CES di quest’anno, HARMAN (azienda che possiede, tra gli altri, AKG e JBL) ha annunciato di essere il primo partner commerciale di Google per Brillo e Weave: non è ancora chiaro se HARMAN abbia già ideato qualcosa o se si tratti solo di un accordo per il futuro, ma si tratta in ogni caso di una collaborazione molto interessante, di cui siamo curiosi di conoscere al più presto i frutti.

Via: AndroidHeadlines
  • Quasar

    Flame sull’invadenza da grande fratello da parte di Google in 3.. 2.. 1…

  • Marco Francescangeli

    ci piace , google è arrivato 2° questa volta però … 🙂 battuto da kito.io !!