Homo naledi_6

Homo naledi: un nuovo tassello nel puzzle dell’evoluzione (foto)

Cosimo Alfredo Pina

Quindici scheletri parziali rinvenuti in Sud Africa si sono rivelati una sensazionale scoperta per il mondo dell’archeologia e dell’antropologia. Denominata Homo naledi, la nuova specie di antenato dell’uomo aggiunge un nuovo tassello alla scala evolutiva con un’anatomia finora mai vista.

Homo naledi presenterebbe molte caratteristiche dei primati antichi, con un cervello relativamente piccolo oppure pelvi e spalle strutturalmente primitive. Tuttavia altri elementi dal tratto decisamente umano come cranio e denti hanno portato naledi ad essere incluso nel genere Homo.

I ricercatori non sono stati in grado di datare i reperti ma secondo il Prof Lee Berger, a direzione del team, la specie sarebbe tra i primi Homo a popolare il pianeta, stimandone la comparsa in Africa a circa tre milioni di anni fa.

Gli studiosi si sono riservati dall’utilizzare il termine “collegamento mancante”, tuttavia la natura dei ritrovamenti, che fanno pensare ad una sepoltura rituale, e la discreta integrità delle ossa ritrovate daranno molto da lavorare ai ricercatori della Witwatersrand University.

Via: BBC