android honda civic

Honda porta Android sulle auto ma si dimentica Auto (foto)

Lorenzo Quiroli

Subito dopo il Mobile World Congress di Barcellona, l’Europa ha ospitato un’altra grande fiera internazionale ossia il salone dell’auto di Ginevra e anche qui si è vista qualche novità riguardante il robottino verde. La nuova Honda Civic ad esempio ha un sistema di infotainment completamente basato su Android. Interessante? A dire il vero non troppo.

LEGGI ANCHE: Perché Android Auto e CarPlay esistono

Non si tratta infatti di Android Auto, realizzato e pensato appositamente da Google per le automobili, bensì di un sistema costruito utilizzando come base il ben più vecchio Ice Cream Sandwich. Una scelta dubbia che non riesce davvero a convincerci, completata da un display da 7 pollici a bassa risoluzione sul quale potremo utilizzare questo “tablet” da automobile.

Una funzionalità interessante però è la possibilità di collegare altri dispositivi tramite HDMI ed effettuare il mirroring dello schermo: in questo modo potremo utilizzare app di iOS anche su un sistema Android. Per il resto preferiremmo vedere più Android Auto e meno Android sulle auto.

Fonte: AndroidCentral
  • Immagino che sia un po’ presto per Android Auto… lo sviluppo di un’auto inizia ben prima della commercializzazione, e i componenti devono essere ben testati e affidabili… dai che è già qualcosa, e poi magari fra un annetto lo aggiornano a jelly bean! 🙂
    Da “hondista” non posso che gioire.

    • Okazuma

      In sistema di infotainment può essere tranquillamente cambiato in corso d’opera e adottare un SW diverso non è poi tanto difficile da fare in tempi brevi.
      In più, Google, non ha presentato AA in gran segreto ma ha stretto accordi con le case automobilistiche, quindi HONDA sapeva benissimo di AA.
      Chissa perché hanno optato per questa soluzione?

  • “Per il resto preferiremmo vedere più Android Auto e
    meno Android sulle auto.”

    scusa ma perché? in ogni caso con android (e un po’ di sano fai da te) riesci a contenere i costi in modo mostruoso.
    Per me questa soluzione della Honda è interessante.