Machine-gallery-prototype

HP inventa The Machine, un potentissimo computer basato sulla luce

Lorenzo Fantoni -

HP Labs, il reparto di Ricerca & Sviluppo di Hewlett Packard, potrebbero aver fatto una scoperta in grado di riportare il marchio al centro dell’evoluzione del mondo PC. Qualche mese fa HP aveva dichiarato di voler costruire “The Machine“, un computer rivoluzionario che trasferisce i dati con la luce, diminuendo spazio e energia usata del 90% rispetto a un normale PC.

LEGGI ANCHE: I dispositivi indossabili potrebbero integrare tecnologie ereditate dai ragni

The Machine basa il suo funzionamento su una nuova forma di memoria chiamata memristor. Mentre i PC tradizionali immagazzinano la memoria a lungo termine e quella a breve termine in spazi separati (hard disk e RAM), i memristor le tengono assieme. Inoltre, i dati sono trasferiti usando i fotoni e non i cavi di rame, rendendoli il procedimento più veloce e meno dispendioso dal punto di vista energetico.

Anche se non vedremo i memristor sul mercato prima del 2016, HO ha annunciato che un sistema operativo specifico per The Machine, chiamato Linux++, uscirà a giugno 2015. Il prototipo darà la possibilità agli sviluppatori di testare e configurare le righe di codice del nuovo computer. Il tutto porterà a un sistema operativo totalmente nuovo, chiamato Carbon.

Secondo HP, entro il 2020 gli oltre 30 miliardi di PC connessi genereranno una mole di dati tale che il server dovranno adattarsi e reinventarsi, e The Machine è l’avanguardia di questa rivoluzione. Un server costruito con i memristor avrà una potenza sei volte maggiore rispetto a un server convenzionale, consumando però l’1,25% di energia e occupando solo 10% dello spazio. Secondo Bloomberg, The Machine può contenere la capacità di un data center in un prodotto non più grande di un frigorifero.

Al momento sul progetto sono a lavoro 150 dei 200 tecnici di HP Labs, sotto lo sguardo molto interessato di Facebook e Google, che otterrebbero grandi vantaggi dai server creati con questa tecnologia. Tuttavia, per quanto ci riguarda noi siamo soprattutto curiosi di sapere cosa succederà al mondo dei PC quando i primi computer fotonici arriveranno sul mercato consumer, tra il 2016 e il 2018.