Volkswagen_Golf_7

Huawei e Volkswagen portano gli smartphone in auto con il MirrorLink

Cosimo Alfredo Pina -

In concomitanza dell’annuncio della collaborazione con Audi, durante il CES Asia 2015, Huawei ha colto l’occasione per presentare anche la partnership con un’altra grande casa automobilistica tedesca, Volkswagen.

Gli obiettivi dell’alleanza sono gli stessi, ovvero integrare in maniera sempre più efficace le tecnologie del mondo mobile sulle auto. Nella dimostrazione organizzata da Volkswagen e Huawei è stato mostrato come sia possibile sfruttare la tecnologia MirrorLink per accedere in sicurezza alle funzioni dello smartphone, come navigazione, riproduzione musicale e telefonate.

LEGGI ANCHE: Volkswagen sceglie dei robot per presentare le proprie auto

I primi modelli ad integrare il MirroLink sono la Volkswagen Golf VII e la Lamado, un modello specifico per il mercato asiatico. Tuttavia tutti i prodotti in arrivo nel 2016 integreranno questa tecnologia permettendo di sfruttare un comodo modo di utilizzare smartphone ed affini in auto, senza compromettere la sicurezza al volante.

Huawei e Volkswagen collaborano per connettere automobili e smartphone

Shanghai, 3 giugno 2015: Huawei e Volkswagen hanno annunciato una collaborazione nell’ambito della car connectivity, presentando una tecnologia che unisce le funzionalità degli smartphone con i sistemi integrati dei veicoli, e consente agli automobilisti di utilizzare queste funzioni in piena sicurezza durante la guida.

In occasione dell’International Consumer Electronics Show Asia di Shanghai, Huawei e Volkswagen hanno dato dimostrazione di una serie di applicazioni che permettono agli automobilisti di utilizzare navigatori GPS, ascoltare musica, inviare e ricevere messaggi e telefonare mentre sono alla guida, in piena sicurezza. Le applicazioni supportano MirrorLink, uno standard tecnologico open realizzato per ottimizzare l’interoperabilità tra smartphone e sistemi integrati dei veicoli; e offrono inoltre numerosi servizi, tra i quali chiamate telefoniche, SMS, navigazione satellitare, contenuti multimediali e pagamenti elettronici, tutti tramite smartphone.

Sven Patuschka, Executive Vice President Research and Development di Volkswagen Group China, ha commentato: “La nostra partnership con Huawei unirà le funzionalità degli smartphone degli utenti a quelle dei sistemi integrati delle loro auto. Tutti i contenuti disponibili su smartphone saranno visibili in tempo reale sull’infotainment touch screen dell’automobile, garantendo una comoda e intuitiva interazione tra il dispositivo e l’autovettura”.

Richard Yu, CEO di Huawei Consumer BG, ha posto l’attenzione sul ruolo dei veicoli, che stanno diventando sempre più il terminale smart mobile maggiormente utilizzato. Grazie a una vasta esperienza nel campo dei dispositivi smart integrati sui veicoli, dei dati digitali e delle piattaforme cloud, Huawei ritiene che la collaborazione con Volkswagen sarà in grado di offrire agli utenti intrattenimento senza soluzione di continuità, garantendo al contempo una guida comoda e sicura.

Il primo veicolo Volkswagen prodotto localmente e dotato di MirrorLink è Lamando, seguito dalla Golf 7, sempre prodotta localmente, a cui seguiranno altri modelli. Tutti i prodotti d’importazione Volkswagen a partire dalle serie del 2016 saranno dotati di MirrorLink.

Il brand Volkswagen Passenger Cars è uno dei 12 marchi appartenenti al Gruppo Volkswagen, uno dei maggiori produttori di automobili al mondo, che ha consegnato oltre 10 milioni di veicoli lo scorso anno a livello internazionale. Entrata nel mercato cinese quasi 32 anni fa, oggi per Volkswagen la Cina rappresenta il mercato più vasto al mondo. Nel 2014 Volkswagen Passenger Cars ha consegnato 2,76 milioni di automobili a clienti cinesi. 

Nel 2014 il fatturato del Consumer Business Group di Huawei ha raggiunto i 12,1 miliardi di dollari, oltrepassando per la prima volta la soglia dei 10 miliardi di dollari, con una crescita annuale del 32.6%. Oltre all’ambito dell’interconnettività applicata ai veicoli, Huawei è attiva in quello dei dispositivi indossabili e delle smart home. Huawei sta sviluppando una piattaforma di health tracking per dispositivi indossabili, traendo vantaggio dall’imponente base utenti di suoi prodotti come P8, Mate7, Huawei Watch, TalkBand N1 e TalkBand B2. Huawei è costantemente alla ricerca di collaborazioni con partner di vari settori con l’obiettivo di creare standard aperti e integrati per diverse categorie di beni di consumo.