drone atteraggio automatico

I droni non precipitano più, grazie a questa tecnologia

Cosimo Alfredo Pina

I droni, ed in particolare i quadricotteri, hanno dalla loro parte l’alta stabilità e la facile manovrabilità, data appunto dai quattro rotori. Tuttavia folate di vento, manovre azzardate ed ostacoli mettono comunque a rischio questi, spesso e volentieri, costosi gadget.

Per questo un team di ricerca dell’Università di Zurigo ha sviluppato un sistema in grado di percepire eventuali difficoltà durante il volo stabilizzando il drone ed eventualmente facendolo atterrare automaticamente in una zona sicura.

Il software necessità che a bordo del drone siano installati alcuni moduli hardware, molti dei quali già presenti su vari modelli, come giroscopio, videocamera, un sensore di distanza e, ovviamente, un processore.

LEGGI ANCHE: La medio formato da 80 megapixel è perfetta per i droni, ma a che prezzo

Il sistema è in grado di scattare foto durante gli spostamenti, memorizzando così le posizioni sicure per un eventuale atterraggio di emergenza; durante il normale volo il giroscopio aiuta invece a stabilizzare il volo, anche sotto forti sollecitazioni.

Quando forniti di un GPS, i droni con il sistema realizzato dai ricercatori, sono anche in grado di realizzare scansioni 3D dell’ambiente circostante, grazie al sensore di prossimità. Nei video qui sotto trovate una chiara dimostrazione di come il tutto funzioni e speriamo che le future generazioni di droni possano integrare qualcosa di simile, in modo da aumentare la sicurezza sia dei gadget stessi sia di coloro che si trovano nelle loro prossimità.

Via: Engadget