project-loon-fhd

I nuovi test di Google per Project Loon partiranno in Australia

Cosimo Alfredo Pina

Project Loon, il piano di Google per portare internet in tutto il mondo, anche nelle regioni più remote, grazie a palloni aerostatici ad alta quota entrerà presto in nuove fasi di test. Agli inizi del prossimo dicembre, venti palloni saranno lanciati nella stratosfera del Queensland.

Grazie ad una partecipazione con Telstra, operatore di telefonia mobile, le “mongolfiere” di BigG trasmetteranno internet a terra, sfruttando alcune bande nello spettro dei 2,6 GHz. Project Loon era già stato sottopoto a delle prove in precedenza; questi test, condotti sia negli USA sia in Nuova Zelanda, non sono però stati privi di imprevisti.

LEGGI ANCHE: Google ipotizza una partnership con gli operatori per Project Loon

Durante i test negli USA, uno dei palloni perse quota fino ad impattare con dei cavi dell’alta tensione, provocando così un blackout in una porzione della città di Washington; in Nuova Zelanda un pallone ammaratosi per un guasto, fu scambiato per un aeroplano in panne, attivando così inutilmente le procedure di emergenza.

La principale sfida da superare è quella di mantenere i palloni statici, evitando gli spostamenti causati dai forti venti presenti alle grandi altitudini. Non resta quindi che aspettare il termine di questi nuovi test, per sapere se e quando Project Loon inizierà a fluttuare sopra le teste degli abitanti di tutto il mondo.

Via