robot domestico

I robot domestici sono sempre più vicini

Cosimo Alfredo Pina

Attualmente l’unico modo di portare un robot in casa è quello di ripiegare nei piccoli automi moventi che puliscono il pavimento. Un interessante inchiesta realizzata da Christine Magee per TechCrunch cerca di fare il punto della situazione sul futuro della robotica domestica.

Tra le questioni sollevate le più interessanti sono senz’altro il sempre maggior interesse delle aziende, anche molto importanti, nella robotica. Infatti, con un trend in forte crescita, gli investimenti in questo campo avrebbero raggiunto i 568 milioni di dollari nel solo 2014.

Sebbene nella categoria rientrino casi popolari come i droni, sono molte le realtà che stanno lavorando per creare dei robot in grado di integrarsi nell’ambiente domestico.

robot savioke

Il progetto sviluppato da Savioke, finanziato direttamente da Google, ne sono un chiaro esempio; già al lavoro in alcuni hotel della Silicon Valley i simpatici robot sono in grado di trasportare in maniera autonoma gli ordini alle camere.

LEGGI ANCHE: Metà dei posti di lavoro saranno dei robot, secondo una ricerca

La possibilità di delegare i compiti più pesanti a dei robot ci affascina fin dall’inizio del secolo scorso; adesso questo traguardo sembra più vicino che mai e non solo nell’ambito industriale, ma anche nella vita di tutti i giorni. Se gli investimenti in soldi e ricerca, proseguiranno in questi termini, questa prospettiva potrebbe essere una questione di pochi anni.

Via: Tech Crunch