things-to-do-in-lucid-dream

I sogni lucidi ci rendono più coscienti dei nostri pensieri

Lorenzo Fantoni

L’abilità di controllare ciò che succede in un sogno è senza dubbio interessante, tanto che in rete ci sono pagine e pagine che spiegano come riuscire a vivere un cosiddetto “Sogno lucido”, un fenomeno di cui ancora sappiamo molto poco.

 

LEGGI ANCHE: Con la realtà virtuale potremo mangiare senza ingrassare

Adesso, uno studio dell’Istituto Max Planck ha squarciato parzialmente il velo di mistero, dimostrando che una parte del cervello conosciuta perché coinvolta nelle riflessioni personali sarebbe legata ai sogni lucidi. Questo potrebbe indicare che chi è in grado di sperimentare i sogni lucidi è anche una persona in grado di analizzare meglio sé stessa.

Alcuni individui soggetti a sogni lucidi hanno confermato che la riflessione personale aumenta durante un sogno lucido, il che porterebbe una sorta di “pensiero del pensiero” chiamato metacognizione. Tuttavia, nessuno fino a oggi aveva esplorato la relazione tra il sogno lucido e il monitoraggio del pensiero a un livello neurale.

Per lo studio gli scienziati hanno chiesto ai soggetti di riempire un questionario per capire le loro abilità nel sogno lucido, per poi dividerli in gruppi basati sulla frequenza di questo fenomeno. I soggetti sono stati poi sottoposti a varie risonanze magnetiche che sono stati poi messe a confronto.

Secondo lo studio, i soggetti con più sogni lucidi avevano anche sviluppato maggiormente la corteccia anteriore prefrontale. Quest’are è coinvolta nel controllo del processo cognitivo e gioca un ruolo fondamentale nella riflessione personale. Inoltre, gli stessi soggetti avevano maggiore attività in questa zona durante il processo di analisi dei propri pensieri nelle fasi di veglia.

Il prossimo passo di questa ricerca sarà capire se è possibile migliorare le proprie abilità metacognitive, insegnando alle persone come fare sogni lucid e analizzandone i risultati.