buco nero gargantua fhd

Il buco nero di Interstellar fa incontrare scienza con fantascienza

Cosimo Alfredo Pina -

Buona parte di Interstellar, l’ultimo film fantascientifico di Christopher Nolan, ruota intorno a Gargantua un enorme buco nero che condiziona il viaggio cosmico dei protagonisti. Per creare gli spettacoli effetti di luce intorno di questa regione dello spazio tempo il team del film si è appoggiato all’aiuto del fisico teorico Kip Thorne.

Il modello software nato da questa collaborazione è stato recentemente pubblicato sulla rivista scientifica IOPScience e potrebbe essere di aiuto alla scienza reale per meglio modellare le future simulazioni e ricostruzioni dei fenomeni spaziali.

LEGGI ANCHE: Cosa sappiamo sui viaggio nel tempo (e cosa effettivamente è possibile fare)

Nell’articolo il Double Negative Gravitational Renderer, questo il nome della simulazione, è stato ripreso e e migliorato da un gruppo di scienziati che hanno introdotto anche il contributo della forza rotazionale e il derivato effetto Doppler.

Se pensavate che scienze e fantascienza non potessero mai incontrarsi, questo particolare caso ne è certamente una smentita.

Via: The Verge