general motors maven guida autonoma

Il carsharing diventa a guida autonoma nella visione di GM

Cosimo Alfredo Pina

Il nuovo programma in sviluppo da General Motors (GM) che cerca di affrontare l’emergente tecnologia delle auto a guida autonoma si chiama Maven e punta alla realizzazione di un sistema di carsharing, simile ad Enjoy, car2go ed affini.

Maven è già un progetto attivo, per il momento solo nella cittadina Ann Arbor in Michigan (USA), e ovviamente non offre veicoli self-driving. Tuttavia GM, un po’ come Google, getta le prime basi per un servizio che, come spiegato dall’azienda stessa, punta all’utenza Uber unendo una tecnologia ormai familiare come quella delle auto prenotate da smartphone con quella tutta da esplorare delle quattro ruote senza conducente in carne ed ossa.

Fonte: Wired.it