project ara fhd

Il creatore di Project Ara offre un lavoro a chi vuole riciclare la plastica (video)

Cosimo Alfredo Pina

Project Ara è l’ambizioso sistema in fase di sviluppo, che permetterà di “assemblare” i propri smartphone grazie a dei moduli intercambiabili. Sebbene si possa pensare che l’obiettivo di questo progetto fosse il fornire agli appassionati un modo semplice per avere accesso agli ultimi ritrovati tecnologici, il vero scopo che il creatore Dave Hakkens si è prefissato, è quello di ridurre i rifiuti dovuti al continuo arrivo di nuove generazioni.

Spinto sempre da questa nobile causa, Hakken ha realizzato una macchina per il riciclo di plastica su piccola scala. Questa creazione gli ha fruttato un premio da 10.000€. Tuttavia, dato il grande impegno di tempo e lavoro dovuto a Project Ara, l’inventore non è più in grado di seguire questo progetto, ed è per questo che ha messo in palio sia l’intera somma in denaro, sia il lavoro sul progetto, con accesso alla relativa attrezzatura.

LEGGI ANCHE: Lenti a contatto con display integrato grazie alla stampa 3D

I candidati ideali dovranno saper parlare inglese o olandese, avere confidenza con Raspberry Pi e Arduino, essere pratici di progettazione software e hardware, oltre che avere conoscenze base di saldatura e taglio. L’obiettivo finale del progetto è quello di ottenere una macchina che converta i rifiuti di plastica in un materiale malleabile con cui realizzare nuovi oggetti di uso comune.

Hakkens vorrebbe che la versione 2.0 della sua macchina fosse modulare, personalizzabile e facile da utilizzare. Se siete interessati a questo progetto e siete disposti a vivere nel sud dell’Olanda, potrete inviare la vostra candidatura entro il prossimo 25 dicembre e rimanere in attesa di una risposta, che non dovrebbe tardare ad arrivare, dato che il tutto partirà a gennaio 2015.

Via