fucile anti droni

Il fucile anti-spionaggio che abbatte i droni con le onde radio

Cosimo Alfredo Pina -

Calcio e impugnatura di un fucile d’assalto, mirino tattico e “proiettili” invisibili: ecco l’arma perfetta per abbattere i droni che cercano di raggiungere zone off-limits. Infatti il DroneDefender, sviluppato da Batelle, utilizza onde radio per disturbare l’elettronica dei droni impedendone il controllo.

L’arma pesa circa 4,5 kg ed è efficace fino a 400 metri di distanza. Le onde emesse dalla particolare antenna sono innocue per gli esseri viventi mentre disturbano i segnali GPS e quelli provenienti dal telecomando.

Gli scenari di utilizzo del DroneDefender sono molteplici e con la sempre maggiore diffusione dei droni, e purtroppo del loro utilizzo illecito, troveranno uso in diverse strutture a rischio, come centrali nucleari o strutture che ospitano VIP.

Via: Engadget