Gatto a dieta riconoscimento facciale

Il gatto a dieta grazie al riconoscimento facciale (video)

Leonardo Banchi

Assicurarsi che il proprio animale si nutra, nei modi e nelle quantità corrette, è probabilmente una delle maggiori preoccupazioni di tutti gli amanti dei gatti. Ad aiutarvi in questo compito, anche durante le vostre assenze, potrebbe però arrivare Bistro, il dispenser smart di cibo per gatti.

LEGGI ANCHE: Cleverpet: una console da cani

Grazie a una campagna su IndieGoGo, infatti, potrete acquistare e finanziare il dispenser di cibo per animali più sofisticato in circolazione: Bistro provvederà infatti a fornire al vostro gatto  la giusta quantità di cibo, nei momenti più indicati, tramite un sistema di riconoscimento facciale.

L’idea è venuta a uno dei fondatori dell’azienda, Mu-Chi Sung, in seguito a un problema della sua gatta Momo: il felino era infatti malato di pancreatite, e aveva smesso di nutrirsi, ma a causa della presenza di altri gatti in casa, che mangiavano anche il suo cibo, non era stato possibile accorgersi del problema.

Ecco quindi la soluzione: il dispositivo è dotato di una telecamera (affiancata da una bilancia integrata nella pedana anteriore), grazie alla quale un software di elaborazione delle immagini può riconoscere quale gatto sta cercando di accedere al cibo. Se l’animale non ha ancora mangiato, viene erogata la giusta quantità di cibo, mentre se si tratta di uno di quelli già nutriti non accade nulla.

Per gestire il sistema verrà utilizzata un’app, che offrirà numerose possibilità: prima fra tutte, ovviamente la possibilità di creare uno storico dei nutrimenti dei vostri gatti, in modo da tenere traccia delle loro abitudini nel tempo. Potrete però anche utilizzarla per non sentire troppo la mancanza dei vostri animali quando vi trovate lontano da casa, poiché la telecamera integrata nel dispositivo può essere utilizzata per osservarli mentre si nutrono, direttamente dal proprio smartphone o tablet. Non mancherà anche una componente social, grazie alla quale potrete mettervi in contatto con altri amanti degli animali, condividere le foto dei vostri amici a quattro zampe e confrontarvi sulle loro abitudini culinarie.

Il sistema, ammettono i creatori, non è però ancora perfetto: ad esempio, non può impedire a due animali di inserire contemporaneamente la testa nella fessura. Per ovviare a questo tipo di problemi, però, oltre a impostare l’erogazione di poco cibo per volta, saranno create e distribuite delle API, grazie alle quali utenti e sviluppatori potranno espanderne le possibilità programmandone dei miglioramenti.

Bistro è disponibile, in preordine, su IndieGoGo al prezzo di 199$, 50 in meno di quando si prevede sia il prezzo finale. Non nutriamo grossi dubbi sul successo della campagna, che in soli due giorni ha già raggiunto il 93% dei 100.000$ prefissati, ma non ci sono purtroppo notizie sicure sulle date di invio dei primi modelli, anche se le previsioni si aggirano attorno a Febbraio 2015.

 

 

VIA: TheVerge