tecnologia v2v

Il governo americano vuole che i veicoli “parlino” tra di loro

Cosimo Alfredo Pina

Tra le tecnologie più promettenti per le auto del futuro troviamo senz’altro la guida autonoma e i motori elettrici; di fianco a queste ce n’è una che accomuna ogni tipo di veicolo, ovvero la comunicazione Vehicle To Vehicle (V2V).

Questo tipo di sistema permetterebbe ai veicoli di comunicare tra loro per scambiare importanti informazioni, come velocità e posizione, ed avvertire l’autista in caso di situazioni di pericolo. L’agenzia governativa americana NHTSA, che si occupa di sicurezza sulla strada, sarebbe già al lavoro per creare una regolamentazione adeguata, con l’obiettivo di proporre una legge entro il prossimo anno.

Tuttavia secondo Anthony Foxx, segretario del Dipartimento dei Trasporti USA, il tempo preso dall’agenzia sarebbe troppo e avrebbe chiesto di accelerare le tempistiche, in quanto sarebbe intenzionato ad introdurre il prima possibile i sistemi V2V.

Infatti Foxx avrebbe già preso accordi con la FCC per effettuare dei test che verifichino che i dispositivi basati sul protocollo V2V non interferiscano con altre tecnologie senza fili. Una volta superati gli scogli tecnici e legislativi questa innovativa tecnologia, che promette meno incidenti, diventerà una realtà diffusa sulle strade statunitensi e che speriamo di vedere anche arrivare nel resto del mondo.

Via: The Verge