mantello invisibilità

Il mantello dell’invisibilità ultra-sottile è il più “reale” mai creato

Cosimo Alfredo Pina

Negli ultimi anni sono molti i gruppi di ricerca che stanno focalizzando i propri sforzi nel rendere realtà una tecnologia degna dei migliori film di fantascienza: il mantello dell’invisibilità.

Il traguardo raggiunto dagli studiosi del Lawrence Berkeley National Laboratory (ente governativo) e dell’University of California, Berkeley potrebbe avvicinare notevolmente l’obiettivo; sarebbero infatti riusciti a realizzare un “mantello dell’invisibilità ultra-sottile” capace di rendere invisibile qualsiasi cosa avvolga.


È la prima volta che un oggetto tridimensionale di forma arbitraria viene celato dalla luce visibile[…] Il nostro mantello ultra-sottile ha la struttura di una vera e propria coperta. È facile da realizzare ed implementare oltre che potenzialmente scalabile sulla macroscala.

Xiang Zhang, direttore dello studio

In effetti, come potrete dedurre dall’ultima frase di Zhang il mantello ha i suoi limiti; per il momento è realizzabile ed applicabile soltanto a micro-sistemi ed è stato testato con successo su alcune cellule.

Tuttavia la particolare struttura caratterizzata da blocchi di nanoantenne di oro sarebbe facilmente assemblabile per creare mantelli più grandi, sebbene questo sia ancora da dimostrare.

Possiamo quindi aspettarci potenti ed inquietati mezzi militari capaci di occultarsi al nemico o tecnologie capaci di nascondere anche il più ingombrante degli oggetti? Non ancora, le potenziali applicazioni pratiche di questa tecnologia si “limitano” per il momento alla micro-ottica, alle comunicazioni con fibra ottica e ai display 3D.

Via: CNET