1305120-predators_remake

Il mantello per l’invisibilità è un po’ più vicino alla sua realizzazione

Lorenzo Fantoni

Per creare un mantello dell’invisibilità che funzioni in maniera decente servono dei metamateriali, ovvero sostanze che cambiano il comportamento della luce, e i metamateriali sono abbastanza difficili da costruire.

Tuttavia pare che alla Rice University abbiano risolto questo problema grazie a una griglia di piccolissimi tubicini di alluminio che sono in grado di creare sia colori molto vividi, sia di polarizzare la luce. Questa invenzione non sarà utile solo per creare una versione realistica della tuta di Predator, ma potrebbe portare anche a schermi con un’altissima qualità visiva che durano a lungo. I pixel creati con questo sistema sono infatti 40 volte più piccoli di quelli di un normale LCD, e non perdono intensità dopo una lunga esposizione alla luce.

rice-university-squid-like-display

Ovviamente siamo solo all’inizio, ma alla Rice sperano di poter combinare questa tecnologia con sensori che permettano di cambiare il colore in base a ciò che sta intorno, una soluzione che potrebbe portare a uniformi e veicoli in grado di dare un’incredibile margine di vantaggio in battaglia.