1403154858519

Il Ponte Ologrammi di Star Trek ricreato con Oculus Rift

Lorenzo Fantoni

Gli scienziati del Max-Planck-Institut in Germania hanno creato la cosa che più si avvicina al ponte ologrammi di Star Trek, utilizzando Oculus Rift e più videocamere posizionate all’interno di una stanza quadrata di 9 metri e mezza per lato. Ovviamente ancora non siamo agli stessi livelli di ciò che potreste trovare sull’Enterprise, ma non è male.

LEGGI ANCHE: Le forze armate norvegesi sperimentano Oculus Rift

I soggetti dell’esperimento indossano dei marker che permettono alle fotocamere di tracciare i loro movimenti al millimetro, gli stessi che si usano per la motion capture di cinema e videogiochi. Il sistema quindi sa esattamente dove si trovano, come si muovono e cosa guardano, il che spinge le possibilità ben oltre quelle del solo Oculus Rift.

La chiave di questa esperienza è che non ci sono cavi a limitare i movimenti, il problema è che attualmente non c’è abbastanza banda per renderla una esperienza multiutente. Inoltre, per ovviare alle limitazioni di grandezza della stanza, il sistema posiziona gli oggetti più lontani della realtà, e ruota lievemente  durante il movimento per simulare un maggiore angolo di rotazione.

Un risultato senza dubbio impressionante, ma forse non lo useremmo per giocare a un videogioco horror!