laser bianco

Il primo laser bianco potrebbe rivoluzionare display e connettività

Cosimo Alfredo Pina

Alla base del concetto di sorgente laser c’è la monocromaticità, ovvero la capacità di emettere la luce di un colore ben definito, che caratterizza la maggior parte di questi sistemi.

Un gruppo di ingegneri della Arizona State University sarebbe riuscito a ribaltare questo aspetto, creando il primo laser a luce bianca. Per raggiungere l’obiettivo i ricercatori hanno sfruttato il concetto alla base dei pixel RGB.

Combinando tre minuscole sorgenti laser capaci di emettere i tre colori primari (rosso, blu e verde) e collimandone i raggi tramite una lente, sarebbero così riusciti ad ottenere il bianco e potenzialmente, modulando le varie componenti, far emettere qualsiasi colore con estrema precisione.

LEGGI ANCHE: Il laser più potente del mondo genera impulsi da ben 2 petawatt

Sebbene il tutto presenti ancora diversi limiti, come il fatto che i semiconduttori siano “alimentati” da un’altra sorgente laser, si sta già pensando alle possibili applicazioni di questi laser a luce bianca.

Infatti i laser sono sorgenti luminose estremamente efficienti, anche più dei LED, ed in futuro sistemi come questi potrebbero essere alla base di display a basso consumo di energia e capaci di riprodurrecolori con grande precisione, oltre che innovativi e performanti protocolli di comunicazione wireless (Li-Fi).

Via: The Verge