ninja sphere head

Il prodotto che farà comunicare tutti i vostri dispositivi smart: Ninja Sphere (foto e video)

Leonardo Banchi

I dispositivi smart si stanno sempre più moltiplicando all’interno delle nostre case: come potrebbero, però, essi semplificare la nostra vita se fossimo costretti a controllare ciascuno di essi con una differente applicazione o telecomando? Fortunatamente, c’è chi ha già pensato ad una soluzione: Ninjablocks, società che con la propria Ninja Sphere punta a far comunicare tutti i dispositivi smart in nostro possesso, automatizzando il loro comportamento grazie a dati raccolti in modo completamente automatico.

LEGGI ANCHE: Icontrol Piper NV: la webcam di sicurezza è anche un hub per la casa smart

Ninja Sphere, lanciata a Gennaio dello scorso anno attraverso una campagna su Kickstarter, è infatti finalmente diventata realtà, e pronta per essere acquistata da chiunque. Essa è un dispositivo semplice ed elegante, che può essere controllato attraverso delle semplici gestures o con una propria applicazione, e che sembra veramente capace di rivoluzionare il modo di utilizzare lampade, videocamere, termostati e qualunque altro oggetto intelligente sia presente all’interno delle vostre case.

Essa è infatti in grado, già attualmente, di regolare i comportamenti delle lampade Philips Hue, della linea di prodotti Belkin WeMo, delle videocamere Dropcam, della chiavetta Chromecast e molto altro, automatizzandone l’accensione in base a valori rilevati, ad esempio, dalla posizione registrata dal vostro smartphone o da sensori di movimento e luminosità posti all’interno della casa. Le sue possibilità, però, continueranno sicuramente a crescere, anche grazie all’approccio “open” che i suoi creatori hanno voluto mantenere: essa può infatti comunicare con altri dispositivi utilizzando WiFi, Bluetooth e BLE, e chiunque può aggiungere codice e funzioni per aumentarne le possibilità.

Ninja Sphere può essere acquistata attraverso il sito ufficiale al prezzo di 249$: a seguire trovate invece un video di presentazione e una galleria di immagini di questo innovativo gadget.

 

 

Fonte: NinjaBlocks
  • Tony Di Bernardo

    Ho aderito alla campagna Kickstarter che ha permesso di raccogliere i fondi per la realizzazione del Ninja sphere. I creatori hanno gestito tutta la fase di produzione/realizzazione in modo molto negativo non fornendo alcuna informazione sul reale stato del progetto.

    Ninja sphere è stato consegnato, ad una parte dei “finanziatori” solo il mese scorso con quasi un anno di ritardo. Ancora oggi sono in molti a lamentarsi di non aver ricevuto il prodotto e i progettisti sono molto elusivi nel fornire informazioni (https://www.kickstarter.com/projects/ninja/ninja-sphere-next-generation-control-of-your-envir/comments)

    Il Ninja sphere (a me è arrivato) supporta appena il 10% circa delle funzioni promesse. I dispositivi funzionanti sono:
    – Hue di Philips;
    – Lampadine Milight (Easybulb) (driver sviluppato da un utente privato);
    – Flower Power;
    – WeMo Switch;
    – Presa Ninjablocks.
    NESSUN ALTRO OGGETTO VIENE ATTUALMENTE RICONOSCIUTO DA NINJA SPHERE

    La funzione di localizzazione non è funzionante e nessun altro dispositivo è riconosciuto.

    Non esiste nessun tipo di intelligenza artificiale per gestire azioni l’unica possibilità è quella di utilizzare uno scheduler per attivare/disattivare gli oggetti.

    A questo bisogna anche aggiungere che il sistema non è stabile e, che per far riconoscere nuovamente qualche oggetto che si perde per strada (cosa che succede di frequente), occorre riavviare la il Ninja sphere.

    Per piacere aggiorna l’articolo in modo da permettere, a chi decide di acquistarlo, di farlo in modo cosciente.

    Grazie,
    Tony