gedi lidar

Il progetto GEDI mapperà le foreste con impulsi laser

Cosimo Alfredo Pina

Conoscere come le forestono evolvono, sopratutto in risposta all’impatto dovuto dall’attività umana, è uno dei dati più difficile da quantificare accuratamente. Il progetto “Global Ecosystem Dynamics Investigation” della NASA avrà proprio lo scopo di mappare lo foreste del mondo, grazie ad un particolare dispositivo che sfrutta la tecnologia laser.

LEGGI ANCHE: La NASA approva la costruzione del razzo più veloce di sempre

Il GEDI (spiritoso acronimo) sfrutterà la tecnologia lidar, ovvero un radar basato su dei laser in grado di fornire un alto grado di precisione. Gli impulsi luminosi inviati da tre laser, una volta rimbalzati sulla superficie terrestre, torneranno su di un sistema rilevatore in grado di elaborare le letture sulla densità delle foreste.

In un anno il dispositivo invierà 16 miliardi di impulsi che genereranno altrettanti dati con un precisione di circa un metro. Questo progetto, che partirà nel 2018, fornirà alla comunità scientifica un importante set di dati per monitorare lo stato delle foreste e capire dove è importate intervenire per tutelare questi ecosistemi fondamentali per la vita.

 

Via