Imparare a guidare un’auto autonoma, grazie ad un simulatore

Cosimo Alfredo Pina - In questo laboratorio americano si testano tutti i fattori che possono influenzare la sicurezza alla guida delle auto self driving

Le auto a guida autonoma saranno presto una realtà con cui avere a che fare tutti i giorni. Molte città si stanno attrezzando per accogliere questi particolari veicoli, in produzione da diverse aziende, tra cui molte tra le più famose case automobilistiche.

Tra le grandi sfide che questa tecnologia deve affrontare c’è quella dell’interazione con il pilota che deve, in ogni momento, essere in grado di poter riprendere in mano il controllo della vettura. Questo aspetto, tutt’altro che scontato, deve tener conto di molti aspetti, primo fra tutti la sicurezza.

LEGGI ANCHE: Uber al lavoro sulle macchine a guida autonoma

Il simulatore di auto a guida autonoma DigiCar, sviluppato presso l’ente governativo americano Transport Research Laboratory, cerca di ricreare il più realisticamente possibile l’esperienza dentro una di queste vetture per cercare di capire come le persone si comportano alla conduzione di un veicolo che segue la strada autonomamente.

All’interno dell’auto sono locati diversi sensori per tracciare sia le operazioni sulla macchina, come il controllo dello sterzo e dei pedali, oltre che i parametri vitali del pilota. La simulzione offerta da DigiCar rimane tale e non potrà mai rendere al 100% l’esperienza reale.

Tuttavia il laboratorio sperimentale è di fondamentale aiuto nello studio delle condizioni più particolari e pericolose, difficilmente riproducibili su un circuito reale, sopratutto per quanto riguarda il comportamento delle persone alla guida.

Via: Engadget