soldati guerra medico idrogel

Iniezioni di idrogel per curare i soldati gravemente feriti

Cosimo Alfredo Pina

Un team di ricerca formato da studiosi del MIT e della Texas A&M University sta lavorando ad una terapia d’emergenza basata su dei gel biodegradabili. Una volta iniettati o applicati su di una ferita queste sostanze sarebbero in grado di aiutare la coagulazione del sangue e quindi a ridurre eventuali emorragie.

LEGGI ANCHE: Antigelo al posto del sangue, sperando nelle cure del futuro

Il tempo necessario al trasporto dal teatro operativo ad un centro medico militare è solitamente nell’ordine di un’ora ed è spesso in questo periodo che un ferito è più vulnerabile, sopratutto in caso di ferite gravi. Il progetto sebbene ancora nelle fasi iniziali, ha già mostrato risultati incoraggianti, con i primi test di laboratorio in cui il sangue trattato avrebbe impiegato il 77% di tempo in meno per coagulare.

Il farmaco richiederà ancora del lavoro prima giungere alla fase di test sulle persone, ma intanto si pensa già al futuro di questi trattamenti che nelle prossime versioni potranno anche aiutare il corpo nella riparazione dei tessuti danneggiati.

 

Via