intel Aero Ready-to-Fly

Aero è il drone di Intel, grezzo ma pronto all’uso e che ci vede in 3D

Cosimo Alfredo Pina

Dall’IDF 2016 di San Francisco, il forum per sviluppatori di Intel che si sta tenendo in questi giorni, arrivano un sacco di novità, anche Aero una piattaforma hardware dedicata al mondo dei droni che nonostante sia indirizzata agli sviluppatori offre un ricco set di funzionalità pronte all’uso.

A bordo del quadricottero c’è una scheda Aero Compute Board, su cui gira un sistema operativo Linux capace di gestire i dati in arrivo dai vari sensori, tra cui il sistema di visione RealSense 3D, lo stesso impiegato per il riconoscimento facciale di Windows Hello, sull’appena annunciato visore per la “realtà fusa” Project Alloy o sul Typhoon H, il drone realizzato in collaborazione con Yuneec.

LEGGI ANCHE: Metakoo Bee, il drone con “l’altitudine intelligente”

A bordo di Aero anche il software AirMap, lanciato pochi giorni fa durante un evento riservato, ma evidentemente già pronto all’applicazione pratica. AirMap, concettualmente simile a DJI GEO, aiuterà i piloti a far volare il drone di Intel soltanto dove ammesso, bloccando ad esempio il sorvolo di un aeroporto.

Aero Ready-to-Fly, questo il nome completo del drone, sarà disponibile entro la fine dell’anno ad un prezzo ancora da annunciare e mentre non sarà la soluzione adatta a tutti e rifinita come i modelli consumer, fornirà a sviluppatori, ricercatori e smanettoni un potente mezzo per esplorare le possibilità della tecnologia RealSense 3D in volo.

Via: Tech CrunchFonte: Intel