intel broadwell processori

Intel presenta la nuova linea di processori Broadwell

Leonardo Banchi -

 

Il CES 2015, assieme a tutte le altre novità di cui abbiamo parlato in questi giorni, è stato anche l’occasione per il lancio definitivo della nuova generazione di processori Intel: la serie Broadwell, che segnerà il passaggio alla produzione a 14 nanometri, ha infatti conosciuto molti rinvii, che sembrano finalmente essere giunti ad una fine.

LEGGI ANCHE: Intel Compute Stick, il computer per l’intrattenimento domestico dal prezzo aggressivo

Il nome Broadwell era infatti già stato annunciato durante l’ultimo anno, in occasione della presentazione della linea Core M, destinata però esclusivamente all’utilizzo in particolari tipi di dispositivi, definiti da Kirk Skaugen di Intel come “2 in 1”: apparecchi che si posizionavano infatti a metà fra tablet e portatili, pur non incarnando tutte le caratteristiche di nessuna delle due categorie.

Con il lancio di 14 nuovi esemplari, divisi fra le linee Core i3, i5, i7, Pentium e Celeron, Intel ha invece segnato il debutto nel grande mercato dei nuovi processori, che sarà possibile trovare a breve nei computer in vendita. Per la compagnia, questa è la prima volta in cui ogni segmento del mercato viene aggiornato contemporaneamente, e rappresenta quindi un importante cambiamento.

I nuovi processori promettono prestazioni migliorate, accompagnate da una maggiore efficienza energetica: rispetto agli attuali chip Haswell, infatti, essi saranno in grado di garantire autonomie superiori del 20-30%, incrementando la possibilità di utilizzo medio (ad esempio una riproduzione video) di circa 90 minuti.

Sul piano delle performance, dalla serie Broadwell sarà possibile aspettarsi miglioramenti del 22% nella grafica 3D, e incrementi nell’encoding video fino al 50%: la soluzione per lo streaming wireless Intel WiDi permetterà invece una fluida riproduzione di video a risoluzione 4K.

Computer equipaggiati con queste tecnologie, dunque, stanno arrivando nei nostri mercati: primi fra tutti, già al CES è stato possibile osservare i nuovi Transformer Book Chi e Ativ Book 9, rispettivamente di Asus e Samsung, che faranno di autonomia ed affidabilità le loro bandiere.

VIA: TheVerge