hacker sicurezza jeep cherokee

Jeep richiama le sue auto per scongiurare pericoli di hackeraggio

Leonardo Banchi

Soltanto pochi giorni fa avevamo parlato del successo ottenuto, da parte di alcuni hacker, nel tentare di violare il sistema multimediale Uconnect di una Jeep Cherokee. L’evento aveva messo in evidenza importanti problematiche di sicurezza per i possessori di questo tipo di veicolo, poiché qualora il codice malevolo fosse stato diffuso (o qualcun’altro fosse riuscito a produrne uno analogo), un attacco a distanza compiuto verso un’automobile avrebbe potuto compromettere il controllo del veicolo, mettendo in pericolo i passeggeri e gli altri occupanti della strada.

In seguito a questi avvenimenti, la casa produttrice è corsa subito ai ripari, rilasciando immediatamente un aggiornamento software in grado di bloccare questo tipo di attacchi e, adesso, richiamando in officina i veicoli interessati per un controllo gratuito.

LEGGI ANCHE: Pirati informatici costringono a uno stop l’aeroporto di Varsavia

I modelli soggetti al richiamo sono quelli dotati di sistema radio touchscreen da 8,4 pollici, ovvero:

  • 2013-2014 Ram 1500 Pickup
  • 2013-2014 Ram 3500 Chassis Cab
  • 2013-2014 Ram 2500 Pickup
  • 2013-2014 Ram 4500/5500 Cab Chassis
  • 2013-2014 Ram 3500 Pickup
  • 2014 Grand Cherokee
  • 2014 Durango
  • 2013-2014 Viper
  • 2014 Cherokee
  • Alcuni 2015 200s Chrysler

Gualberto Ranieri, responsabile della comunicazione del gruppo Fiat Chrysler Automobiles, ha comunque voluto precisare come, attualmente, “non ci sia stato un solo incidente nel mondo reale in cui è stato coinvolto qualsiasi veicolo FCA a seguito di un’intrusione pirata nei suoi software”. La prudenza, di fronte a un problema del genere, non è comunque mai troppa.

 

Via: Repubblica.it