robot

Kiva, i robot che gestiscono i magazzini di Amazon (video)

Lorenzo Fantoni

Anche questo Black Friday ha visto Amazon in prima fila per quanto riguarda le vendite online, con un volume di affari che, stando ai dati dello scorso anno, smuove circa 36 milioni di oggetti in in poco più di un giorno, 426 al secondo.

LEGGI ANCHE: Un chip wireless che cura le infezioni senza lasciare traccia

Per stare al passo con questo volume di ordini, Amazon ha recentemente implementato nei proprio magazzini i robot Kiva, realizzati da una compagnia che Amazon stessa ha acquisito nel 2012. Al momento ci sono circa 15.000 robot nei 10 principali magazzini della compagnia.

I Kiva si occupano di muovere gli scaffali con i vari oggetti dal nastro trasportatore in cui vengono messi dopo il loro arrivo nel magazzino alla persona che dovrà preparare il pacco. Un lavoro che prima veniva svolto dal personale umano, e che da quando viene svolto dai Kiva occupa in media 15 minuti, contro l’ora e mezza necessaria ad una persona. Per evitare di urtare tra di loro, i Kiva sono dotati di sensori che parlano tra di loro, e che li rendono una delle tecnologia più avanzate del momento in campo robotico.

Paradossalmente, Amazon non ha dovuto tagliare forza lavoro dopo l’arrivo dei Kiva, anzi, ha assunto circa 60.000 mila persone dal 2011.

Tuttavia, non è detto che in futuro le cose non siano destinate a cambiare, Amazon sta infatti studiando robot in grado di afferrare gli oggetti. Il vostro regalo del prossimo Black Friday potrebbe venire incartato da mani non umane.