kodi final

Kodi contro la pirateria, userà il marchio per la battaglia ai box illegali

Cosimo Alfredo Pina -

Kodi è uno dei software media center più famosi ed utilizzati, nato dall’altrettanto celebre XBMC. La sua versatilità e natura open permettono la facile espansione delle sue capacità, ma proprio questa caratteristica viene spesso utilizzata per creare piattaforme per la fruizione di contenuti protetti da copyright, insomma box TV pirata.

Molti di questi prodotti, facilmente reperibili attraverso i principali siti di e-commerce, riportano la scritta “Powered by Kodi”o vengono indicati come “ufficiali” e la cosa non starebbe bene alla XBMC Foundation.

In un post sul sito ufficiale del software ha spiegato che d’ora in avanti combatterà attivamente build, plugin e piattaforme hardware che permettano lo streaming illegale di film, musica e quant’altro.

LEGGI ANCHE: Amazon rimuove Kodi per pirateria senza un’apparente buona ragione

Da tempo Kodi è stato al centro della questione pirateria, ma negli ultimi tempi la cosa si è aggravata, portando sul forum ufficiale ondate di utenti, spesso raggirati da venditori poco onesti, in cerca di aiuto per problemi dovuti, appunto, a plugin e set-top-box per lo streaming illegale.

Per questo la XBMC Foundation adesso ha acquistato il marchio Kodi e si dice pronta ad usarlo per combattere chiunque affianchi il nome del software a sistemi non approvati e che comportino rischi per l’utente.

Un passo in avanti per Kodi che dimostra di voler essere una piattaforma matura e “sempre migliore”, obiettivo da raggiungere anche grazie all’aiuto degli utenti:

“Se vedere qualcuno che vende un box “fully loaded” o che viene descritto con “Film e TV gratis con Kodi” [o simili] chiedetegli di smettere e segnalatecelo.”

Via: EngadgetFonte: Kodi