773686177858557325

La Cina sta costruendo un’isola

Lorenzo Fantoni -

La Cina ha studiato un sistema decisamente geniale per tentare di vincere le dispute sull’effettivo possesso del Mar della Cina del sud: sta costruendo un isola, così da poter reclamare il mare circostante.

La lista di paesi che vogliono mettere le proprie mani su questa zona include, oltre alla Cina, Vietnam, Filippine, Taiwan, Indonesia, Singapore, Malesia, Cambogia e Thailandia, e nessuna di loro è molto felice della mossa cinese, ovviamente.  Ma come mai tutti vogliono questo pezzo di terra? Beh perché ci passa un terzo del traffico navale del mondo e perché probabilmente nelle sue profondità ci sono interessanti giacimenti di gas e petrolio.

La zona è anche costellata di isolette disabitate, ed è la proprietà di queste isole che determina chi può accampare diritti anche sul mare, per questo la Cina non ha costruito una sola isola, ma almeno tre.

Se la Cina riuscirà nel suo diabolico piano, potrà vantare diritti commerciali sulle 200 miglia nautiche che circondano ogni isola, come previsto dalle leggi che regolano il commercio marittimo. La stessa tattica prevede investire pesantemente su Yongxing, un’isoletta vicino al Vietnam sul quale sorgeranno aeroporti, ospedali, banche, scuole e una rete di strade… e forse anche qualche installazione militare.

D’altronde, una nave puoi spostarla, un pozzo petrolifero puoi smontarlo, ma con un isola la storia è completamente differente.