freno automatico bosch

La Land Rover che “vede” in 3D decide da sola quando frenare

Cosimo Alfredo Pina

Le auto a guida autonoma, almeno quelle alla portata di tutti, sono ancora lontane, ma i sistemi di automazione e aiuto alla conduzione del veicolo sono sempre più diffusi. Il nuovo dispositivo di Bosch rientra proprio in questa categoria, offrendo un freno automatico che sfrutta un singolo sensore 3D.

A differenza della maggior parte dei dispositivi per la frenata automatica, questo adotta una telecamere 3D (stereoscopica) piuttosto che sensori radar. Proprio per questo, secondo quanto dichiarato da Bosch, il costo è ridotto pur mantenendo un alto livello di sicurezza, degno delle cinque stelle Euro Ncap.

LEGGI ANCHE: Le auto del futuro potrebbero avere ingranaggi in plastica

Già installato sulla nuova Land Rover Discovery Sport, il sistema di Bosch è basato su un sensore da 1,3 megapixel che offre un angolo di copertura orizzontale di 50° ed è capace di rilevare oggetti fino a 50 metri di distanza.

Con un ingombro nell’ordine della decina di centimetri è attualmente il sistema di frenata automatica più piccolo in commercio permettendone la facile installazione, anche dietro lo specchietto retrovisore. Non sappiamo quali altri produttori adotteranno il dispositivo, ma la soluzione di Bosch è un chiaro esempio di come tecnologie relativamente semplici possano essere di aiuto nel rendere più sicuri anche i viaggi in auto.

Via: Al Volante