121123040246-hydrogen-fuel-cell-station-horizontal-gallery

La macchina ad ammoniaca potrebbe essere presto realtà

Lorenzo Fantoni

Toyota potrebbe introdurre sul mercato un’auto a celle energetiche d’idrogeno nel 2015, tuttavia ci sono ancora alcuni problemi da risolvere per quanto riguarda il combustibile, sopratutto per quanto riguarda lo stoccaggio.

LEGGI ANCHE: Dentro la macchina da record (foto)

Secondo lo Science and Technology Facilities Council (STFC) inglese, il problemi si potrebbero risolvere con l‘ammoniaca che sarebbe più sicura e meno volatile rispetto all’idrogeno semplice.

Separando l’ammoniaca infatti si ottengono tre parti di idrogeno e una di nitrogeno, e il procedimento per ottenerli è basata su reagenti chimici a poco prezzo.

Inoltre, lo stoccaggio dell’ammoniaca potrebbe avvenire in contenitori di plastica a bassa pressione, e per quanto riguarda i sebatoi, il sistema è simile a quello del GPL.

Il procedimento non è ancora ottimizzato, ma gli studiosi contano di creare reattori che decompongano l’ammoniaca che siano non più grandi di una bottiglia da due litri e più che sufficienti per una macchina di medie dimensioni.