bloodhound ssc

La macchina da 1.600 km/h è a prova di proiettile (video)

Leonardo Banchi

Le sfide da affrontare per realizzare una macchina da record, in grado di raggiungere l’incredibile velocità di 1.000 mph (circa 1.600 km/h) sono numerose e difficili, sebbene il pensiero cada spontaneamente sulla potenza del motore e sulla leggerezza della scocca.

Un veicolo che si muova così velocemente, però, ha bisogno anche di misure di sicurezza che per una macchina convenzionale risulterebbero estremamente sovradimensionate, poiché correndo ad oltre 1.600 chilometri orari anche un sassolino alzatosi dal tracciato colpirebbe l’abitacolo con la forza di un proiettile.

LEGGI ANCHE: Dentro la macchina da record

Ecco perché il corpo della Bloodhound, un razzo su ruote realizzato in Inghilterra che permetterà ad Andy Green di sfidare il record di velocità attualmente stabilito, è realizzato con speciali pannelli, appositamente sviluppati, che la rendono effettivamente a prova di proiettile.

I pannelli sono realizzati con milioni di fibre di vetro, in grado di assorbire l’energia del colpo e ridistribuirla nell’area circostante. Il loro funzionamento è stato testato dagli ingegneri del team con successo, attraverso il metodo mostrato nel video a seguire: lo sparo di un proiettile con uno speciale cannone.

Il test ha dato esito positivo, confermando ancora una volta le straordinarie capacità della Bloodhound, e mettendo ancora di più in pericolo l’attuale record di velocità, fermo a “soli” 763 mph (1.227 km/h)

Via: Engadget