140814-N-PO203-1020

La Marina Statunitense sperimenta le navi drone

Lorenzo Fantoni -

La Marina degli Stati Uniti sta testando un nuovo modello di “nave drone” in grado di muoversi e difendere le navi alleate senza l’intervento umano.

Rispetto ai classici droni militari, tipo il Raptor, queste navi sarebbero dotate di una intelligenza artificiale molto semplice, che permetterebbe loro di attaccare determinati bersagli in maniera autonoma.

La tecnologia impiegata si chiama CARACaS, Control Architecture for Robotic Agent Command and Sensing, che in teoria dovrebbe essere un kit installabile su ogni tipo di piccola nave.

La Marina ha svolto una dimostrazione di queste navi drone in prossimità dell’anniversario dell’attacco terroristico alla USS Cole, in cui morirono 17 marinai.

Nel combattimento simulato una piccola nave piena di esplosivo è stat attaccata con successo dai droni, che possono persino coordinarsi tra loro durante le fasi d’assalto. Se anche voi state pensando che è solo il primo passo di una rivolta delle macchine, state tranquilli, il sistema prevede comunque che sia un umano a premere il grilletto, anche se non guida.