cuore 3d

La stampa 3D ha salvato il cuore di una bambina

Lorenzo Fantoni

Ecco l’ennesima storia di come la stampa 3D possa realmente fare la differenza in campo medico.

I medici del Miami Children Hospital hanno stampato in 3D il cuore di una bambina di 4 anni per pianificare un complicato intervento salvavita.

LEGGI ANCHE: Gli astronauti sulla ISS ricevono una chiave inglese… via email!

La piccola soffre infatti una rara condizione congenita chiamata TAPVC (connessione anomala venosa polmonare) che pompa sangue nella parte sbagliata del cuore, causando problemi respiratori, letargia e l’indebolimento del sistema immunitario.

 

Dopo alcune operazioni che hanno solo tamponato il problema, il team di chirurghi si è visto costretto a intervenire perché alla bambina restavano ormai poche settimane di vita.

Usando il modello stampato in 3D i medici hanno potuto pianificare scrupolosamente l’intervento in un modo che prima non era possibile, utilizzando parte del cuore di un donatore. Oggi la bambina ha superato l’intervento e sta passando la sua convalescenza nella struttura.